Reputazione Creditizia e Accesso al Credito

Reputazione Creditizia: Come ti Vede la Banca?


Una buona “Reputazione Creditizia” è di fondamentale importanza per un Imprenditore.

Reputazione Creditizia

Di fatto, determina l’accesso al credito e, di conseguenza, la capacità di ottenere risorse economiche, strumento indispensabile per sostenere la crescita.

Se sei un imprenditore avrai, probabilmente, sentito parlare dei Sistemi di Informazione Creditizia (abbreviato S.I.C.).

Quello che forse non sai, è che sono proprio i dati presenti nei S.I.C. a determinare il buon esito o il rifiuto, da parte della banca, di una richiesta di un fido o di un finanziamento.

In Italia, esistono anche altri sistemi di rilevazione centralizzata dei rischi, tra i più conosciutici ci sono Crif, Cai, Cerved, etc…ma la “Centrale dei Rischi” (abbreviato C.R.) e la Crif, sono i due più importanti.

Cosa sono Esattamente i S.I.C. (Sistemi di Informazione Creditizia)?

Abbiamo visto che dai S.I.C. dipende la Tua “Reputazione Creditizia”, nonché la possibilità di accedere al credito, proprio per questo è importante che cominci a capire cosa sono esattamente e a comprenderne il funzionamento.

Quindi, vediamo cosa sono esattamente questi S.I.C…

I S.I.C. non sono altro che un archivio informatico.

All’interno di questo archivio sono contenuti i dati sui finanziamenti richiesti ed erogati a privati e imprese, da parte di banche e società finanziarie.

I due più importanti sono la Centrale dei rischi, gestita da Banca d’Italia ed Eurisc gestito da Crif.

I S.I.C., in pratica, raccolgono le informazioni fornite da banche e società finanziarie sui crediti che esse concedono ai loro clienti.

In parole povere, le segnalazioni provenienti dalle Banche e dagli altri Intermediari Finanziari vengono utilizzate per valutare l’affidabilità di chi richiede dei finanziamenti.

In questi sistemi vengono raccolti i dati di ogni rapporto di credito o garanzia, richiesto o concesso ad un privato o ad un’impresa.

Cosa Succede Quando Richiedi un Finanziamento?

Ogni qual volta chiedi un finanziamento, di qualsiasi tipo, il tuo interlocutore, sia esso una banca o una finanziaria, ti chiederà di firmare l’autorizzazione che gli consentirà di accedere ai Tuoi dati.

Una volta ottenuta l’autorizzazione, interrogherà e analizzerà i dati forniti dai Sistemi di Informazione Creditizia.

Attraverso la consultazione dei S.I.C. sarà in grado di sapere:

  • se hai degli affidamenti o dei finanziamenti;
  • la durata di eventuali affidamenti o finanziamenti in corso;
  • l’importo di eventuali affidamenti o finanziamenti in corso;
  • l’importo di eventuali rate
  • eventuali ritardi nel pagamento delle rate;
  • eventuali sconfinamenti sul conto corrente, se hai rilasciato garanzie, ecc ecc…

Proprio per questo motivo è inutile e controproducente nascondere delle informazioni su eventuali finanziamenti in corso.

Raggi X

Alcuni Imprenditori sono talmente ingenui da pensare di poter nascondere alla banca di avere in corso dei finanziamenti, di aver pagato in ritardo delle rate, o peggio ancora di avere delle rate insolute.

Forse non sanno che la banca dispone di tutti gli strumenti necessari per passare ai “Raggi x” la storia finanziaria di chiunque si presenti a richiedere un credito.

E se stai pensando che un escamotage potrebbe essere quello di non firmare l’autorizzazione…ti dico già che senza quell’autorizzazione la tua pratica non la aprono neanche!

Reputazione Creditizia: Qual è il Ruolo dei S.I.C.?

Il ruolo dei S.I.C. è quello di riflettere la quantità e la qualità dei rapporti che un soggetto intrattiene con i vari istituti di credito (quanti finanziamenti ha in corso, per quali importi, con quali scadenze e la regolarità dei pagamenti).

Attraverso le informazioni presenti nei Sistemi di Informazione Creditizia, la banca si farà un’idea di qual è la Tua Reputazione Creditizia e deciderà se sei un cliente meritevole.

Proprio per il ruolo fondamentale che i S.I.C. rivestono nella valutazione di qualsiasi finanziamento, è decisamente importante che tu conosca:

– i dati presenti nei S.I.C. che ti riguardano

– il funzionamento dei Sistemi di Informazione Creditizia.

Reputazione Creditizia: Come Accedere ai Tuoi Dati

I diretti interessati, cioè i soggetti a cui si riferiscono i dati, possono richiedere direttamente a Banca d’Italia e a Crif, i dettagli della propria situazione.

Tutte le persone fisiche e giuridiche possono richiedere la propria Centrale dei Rischi ad una delle filiali di Banca d’Italia, oppure online, all’indirizzo: https://www.bancaditalia.it/

Se vuoi saperne di più su come richiedere l’accesso ai tuoi dati presenti in Centrale dei rischi, leggi qui.

La richiesta della Centrale dei Rischi è un’operazione gratuita per privati e imprese, mentre la Crif è gratuita per i privati e a pagamento per le imprese e può essere richiesta all’indirizzo: https://www.crif.it/.

Il costo, per le imprese che hanno necessità di accedere ai dati presenti in Crif è:

  • 4 Euro, nel caso in cui vengano rilevate informazioni;
  • 10 Euro nel caso in cui non sia presente nessuna informazione.

Il pagamento può essere effettuato entro 15 giorni dal ricevimento dell’esito.

Segnalazioni in Crif e Centrale dei Rischi

Probabilmente, sai già se hai pagato in ritardo il finanziamento dell’auto, se sei rimasto indietro con qualche rata di mutuo o se ti sei dimenticato di pagare per tempo il bollettino postale del finanziamento rateale.

Quello che forse non sai è che, quelle che a te sembrano piccole banalità, potrebbero portare la banca a rifiutare la tua richiesta di finanziamento.

Aver pagato una rata con due giorni di ritardo non fa certo di te un cattivo pagatore, ma se hai qualche segnalazione è meglio saperlo, per cercare di migliorare la tua posizione, e farlo presente alla persona che deve valutare la tua richiesta di finanziamento.

Il modo più semplice per rimanere aggiornato sulla tua posizione è quello di chiedere periodicamente la Crif e la Centrale dei Rischi.

Ti consiglio di accedere ai tuoi dati almeno una volta ogni 6 mesi se non ci sono particolari problemi.

Una verifica periodica ti permetterà di monitorare la tua “Reputazione creditizia” e soprattutto di intervenire in caso di errori.

Potrebbe capitare, ad esempio, di trovare un’errata segnalazione a tuo carico, non è un’eventualità da escludere…

Cosa fare in tal caso?

Dai un’occhiata al nostro Blog!

Per Ricevere News, Promozioni e Offerte utili per la Crescita della Tua Attività, unisciti alla Community!

Ti basta iscriverti alla Newsletter, compilando il modulo qui sotto con i Tuoi dati.

Insieme Siamo Più Forti!