Formazione fa rima con Motivazione

Formare per Innovare

Attualmente, chi decide di intraprendere la carriera imprenditoriale, si trova di fronte a degli scenari che non sono più quelli di una volta…

I ritmi sono cambiati, per usare una metafora non si cammina più, piuttosto si “corre” sempre più velocemente ed è spesso difficile tenere il passo di fronte ai cambiamenti continui che ci passano davanti senza quasi che ce ne accorgiamo…

Mai come oggi l’attività lavorativa non può più essere lasciata a se stessa, ma ha bisogno di un supporto efficace e continuo.

Qual è l’obiettivo principale di un’azienda?

Sicuramente quello di produrre, affrontando le diverse situazioni dei mercati, anche le più difficili, cercando sempre di rimanere in piedi.

Ed è proprio in questo che la formazione aziendale assume un ruolo fondamentale: formazione fa rima con motivazione.

È evidente che ormai il percorso scolastico, da solo, non è più sufficiente a formare il futuro lavoratore: chi si accosta alla carriera lavorativa deve necessariamente seguire un successivo iter formativo, più specifico, per sviluppare determinate competenze che gli consentano di valorizzare la sua “offerta” sul mercato.

Anche chi è già inserito da tempo nel mondo del lavoro ha bisogno di un continuo aggiornamento, di uno stimolo che contribuisca ad arricchirlo di nuove capacità per migliorare sempre più le sue prestazioni, tutto a vantaggio certamente della produttività dell’azienda.

 

Ma in cosa consiste realmente questo “vantaggio”?

 

In realtà la formazione aziendale non ha solo un’utilità pratica, non serve solo a “formare” il lavoratore, ad istruire, ma ha anche un’altra funzione, più “motivazionale”, meno diretta ma sicuramente non meno importante, anzi!

Per operare in maniera efficiente è fondamentale che tutti i dipendenti di un’azienda si sentano parte di un progetto comune: se ci pensiamo, finita la carriera scolastica, la formazione professionale diventa una delle poche occasioni “educative” per il lavoratore e partecipare a questi eventi favorisce, nel singolo, la sensazione di fare gruppo con i colleghi.

Offrendo ai propri dipendenti queste opportunità di sviluppo e di apprendimento si favorisce un clima positivo nell’ambiente di lavoro, alla base di relazioni interpersonali armoniose.

 

Hai mai sentito parlare di “team building”?

 

Si può tradurre letteralmente con “costruzione del gruppo”.

È una tecnica, oggi sempre più spesso applicata a realtà aziendali, consiste in una serie di attività formative, di carattere ludico, o di benessere, con lo scopo di ottenere il massimo in termini di performance dai propri dipendenti.

Eh sì perché, se il singolo si sente valorizzato e motivato, lavorerà con maggior impegno e convinzione e questo non solo andrà a vantaggio della persona, ma si ripercuoterà positivamente su tutta l’azienda in termini di maggiore efficienza e produttività.

Formazione fa quindi rima con Motivazione.

 

È una carta vincente che fa la differenza, facendo di un’azienda, piuttosto che un semplice luogo di lavoro, una squadra in cui tutti giocano non solo per partecipare ma per vincere!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento