A cosa ti serve avere un hosting?

E perché “migrare”?

Hosting deriva dall’inglese to host, ospitare.

Avere un Hosting significa, in parole povere, possedere uno spazio in cui  ospitare uno o più siti e/o pagine web.

Essere titolari di un sito o una pagina web significa essere “visibili” alla popolazione degli utenti digitali.

Non credo ci sia bisogno di spendere tante parole sull’importanza di essere presenti sul web…

 

Basta che ti guardi intorno quando vai in metro, al bar, al ristorante, per renderti conto che la maggior parte delle persone passa più tempo a guardare il cellulare che a conversare con le altre persone.

 

Come cambiano le abitudini

 

Fino a qualche hanno fa, io stessa, quando dovevo scegliere un ristorante chiamavo un amico o un’amica per chiedere un consiglio.

Oggi le giornate sono talmente frenetiche che, a volte non ho il tempo di fare quella telefonata, che so già durerà almeno mezz’ora…(sono una donna e si sa che le nostre telefonate non possono essere brevi, ma questa è un’altra storia e te la racconterò in uno dei prossimi articoli).

Ognuno di noi al giorno d’oggi ha mille impegni e non sempre i momenti liberi coincidono.

Allora mi basta digitare sul web “tripadvisor” e in men che non si dica ho una “radiografia” completa del ristorante, dello chef, dei piatti, del ristoratore, dei commensali e persino del conto.

 

Per sorridere un po’…

 

A volte trovo delle descrizioni così dettagliate che mi sembra di tornare indietro nel tempo a quando giocavo a “indovina chi?”.

Quando entro nel ristorante, sono già in grado di identificare il proprietario, alto 1 e 90 centimetro più, centimetro meno, magro, abbronzato, occhi azzurri e mi fermo qui…

Mi sembra di conoscerlo da una vita e mi verrebbe quasi da dirgli in tono amichevole:

“ehi, ciao Mario, complimenti, è proprio un bel ristorante, quanta cura per i dettagli… hai davvero buon gusto, si capisce subito che c’è la mano di una donna con la passione per il design.

Anna, tua moglie, è un interior designer, vero?

Da quando c’è Luca, se non ricordo male il maggiore dei tuoi due figli, i piatti hanno proprio una marcia in più… si vede che ha lavorato con chef di alto livello e che è un pioniere dell’“impiattare con stile”.

Ai clienti piace mangiare cibo sano e genuino, ma anche l’occhio vuole la sua parte!

È sempre un piacere vedere con quanta passione Luigi, il tuo chef, ricerca materie prime di qualità.

E che bella campagna social ha creato Laura…la creativa della famiglia, che ha fatto il master in social media marketing e…potrei andare avanti per ore…

 

Ancora prima di entrare conosco tutto il suo albero genealogico, con tanto di studi e specializzazioni e così tanti dettagli…che nemmeno la Cia!

 

“E cosa voglio di più dalla vita” recitava una nota pubblicità!

 

Ma basta divagare, torniamo al nostro hosting.

Se sei un neofita sicuramente ti starai chiedendo “cosa cambia tra un hosting gratuito ed uno a pagamento?”.

Te lo spiego subito.

Hosting gratuito o a pagamento?

 

È possibile acquistare lo spazio che si desidera nel web, rivolgendosi a diversi fornitori o provider.

Nel web esistono diversi servizi di Hosting gratuiti, ma la qualità e la varietà dei servizi offerti è decisamente maggiore per gli Hosting a pagamento.

Gli Hosting gratuiti sono generalmente proposti dai vari Fornitori, Internet Service Provider, con servizi estremamente basilari, sotto forma di promozioni con validità temporale limitata.

Tali offerte sono orientate a far conoscere i propri prodotti, per lo più a coloro che possiedono competenze tecniche di gestione di web server limitate o assenti, con lo scopo di incentivare poi il passaggio alle soluzioni a pagamento più avanzate, le sole in grado di sostenere un flusso di visitatori più consistente.

Gli Hosting gratuiti infatti, se potenzialmente in grado di consentire ai neofiti di familiarizzare con tali tipi di servizi, in realtà contengono numerose limitazioni, che non permettono di gestire in maniera ottimale la propria attività, e nel tempo vengono percepiti come limitanti.

 

Chi più spende meno spende

 

Quando ho dovuto scegliere mi sono subito chiesta quanto tempo avrei dovuto perdere per impostare da capo tutto il lavoro se le limitazioni di un sito gratuito non mi avessero permesso di impostare tutto ciò che serviva al mio business per decollare.

E, se non te ne occupi in prima persona, considera il costo orario e moltiplicalo per il numero di ore che il tuo dipendente o il tuo consulente esterno dovrà impiegare per impostare di nuovo tutto il sito internet.

Ti assicuro che ti costa molto meno un hosting a pagamento!

Il vantaggio economico immediato, inoltre, consiste nel fatto che acquistando un solo Hosting è possibile gestire più di un sito, con domini differenti.

Questo significa che pagando un solo abbonamento è possibile gestire diversi business, anche non collegati tra loro.

 

Perché “migrare”?

 

  • Potrai approfittare della promozione che ti abbiamo riservato

 

  • Potrai risparmiare sui costi attuali

 

  • Potrai contare su un servizio Unico

 

  • Potrai contare su un’assistenza molto molto efficiente

 

Clicca sul link e approfitta subito dello sconto!

 

https://bit.ly/2KtN3eH

 

Ti aspetto nel gruppo 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento